Ecco una vera delizia: una conserva preziosa, in cui la delicatezza dei frutti rossi incontra l’aroma unico e inconfondibile dell’aceto balsamico. Al posto dei lamponi usate pari quantità di fragole, lasciate macerare per 1 notte con 1 kg di zucchero.

Occorrente
1,2 kg di lamponi
900 g di zucchero
1 cucchiaio di aceto balsamico
Per la confezione:
Carta velina color porpora
Cordoncino verde
Strumenti utili
Passaverdure
4 barattoli da 250 g con tappo a capsula
4 etichette adesive
Modalità di cottura
In casseruola

Sciacquate velocemente i lamponi, facendo attenzione a eliminare eventuali frutti rovinati, poi metteteli in una terrina a strati alternati con lo zucchero e qualche goccia di aceto balsamico. Lasciate macerare in frigorifero per circa 5 ore, fino a quando si sarà formato un dolcissimo e sciropposo sughetto. Trasferite in una casseruola, aggiungete 3 o 4 cucchiai d’acqua e portate a bollore.

Cuocete su fiamma bassissima per 25-30 minuti, mescolando spesso. Poi riducete in purea i lamponi con il passaverdura, usando il disco a forellini piccoli, per eliminare i semini. Rimettete la casseruola sul fuoco per addensare un po’ la confettura: versatene su un piattino una goccia e se questa scivola a fatica, vuol dire che è pronta. Versate la confettura nei barattoli, puliti e asciugati.

Sigillate, capovolgete su un tagliere di legno e lasciate raffreddare. Infine mettete l’etichetta con la data di preparazione. Prepatate la confezione regalo incartando ogni barattolo con la carta velina color porpora e il cordoncino verde. Suggerite di consumarla insieme alla panna cotta o sul gelato di crema, oppure nella preparazione di fragranti crostate. Conservazione: la confettura di lamponi si conserva bene per 1 anno, riposta in un luogo fresco, asciutto e buio.