Il tapis roulant e’ un ottimo attrezzo che permette di allenarsi anche in casa oltre che in palestra. I benefici sono notevoli sotto tutti gli aspetti e puo’ essere usato persino dalle persone anziane o da chi ha qualche problema articolare impostando la modalita’ “passeggio”.

Il tapis e’ una sorta di nastro trasportatore che permette di allenarsi camminando in maniera piu’ semplice rispetto alla camminata all’aperto, mancando i dislivelli dell’asfalto e la resistenza al vento.

Allo stesso tempo pero’ risulta meno efficace rispetto ad una bella corsetta all’aria, anche se c’e’ la possibilita’ di aumentare o diminuire la difficolta’ di esecuzione con la modalita’ inclinata o piana.

Due sono i modelli esistenti sul mercato , quello elettrico sicuramente di prestazioni piu’ elevate, ma costoso anche in termini di consumo elettrico, e quello manuale che si muove solo attraverso la spinta con i piedi, ma decisamente piu’ economico.

Il tapis va usato pero’ in modo corretto per evitare incidenti. Cominciare partendo dalla modalita’ in piano e soprattutto tenersi dritti guardando davanti a se e senza tenersi al corrimano o guardandosi i piedi perche’ c’e’ il rischio di andare all’indietro e perdere cosi’ l’equilibrio.

Ogni tapis ha un pulsante rosso di emergenza che arresta immediatamente il nastro trasportatore, altrimenti in condizioni normali e’ preferibile verso la fine dell’allenamento, diminuire in modo graduale la velocita’ fino a fermarsi.

Se siete in palestra fatevi spiegare dall’istruttore i vari comandi e l’uso corretto. Il tapis consente in genere anche di impostare dei programmi in base all’eta’ e al tipo di allenamento che si intende svolgere e alla fine dell’allenamento da’ il numero delle calorie bruciate.

A proposito di calorie e’ noto che la camminata all’aperto faccia bruciare piu’ calorie rispetto a quella sul tapis roulant grazie alle asperita’ del terreno. Ma molto dipende anche dalla velocita’ con cui si esegue la camminata.

Ad ogni modo e’ possibile anche sul tapis simulare la camminata all’aperto impostando il nastro ad una pendenza dell’1%

I calcoli delle calorie pero’ sono molto approssimativi perche’ comunque non tengono conto della conformazione fisica del soggetto, del suo peso e si basano su tabelle standard, quindi da prendere con le molle.

Se volete essere sicuri di bruciare calorie e soprattutto volete un calcolo abbastanza preciso, meglio usare un cardiofrequenzimetro.

Il rischio nell’uso del tapis e’ quello di annoiarsi e gettare la spugna . quindi cercate di allenarvi al ritmo di una musica che vi piace e soprattutto impostate un programma tipo cinque minuti di riscaldamento seguiti da tre serie di intervalli di quattro minuti (due minuti di dura marcia e due minuti di facile esecuzione), seguita da cinque minuti di defaticamento.

Tra i vantaggi nell’uso del tapis c’e’ indubbiamente quello di potersi allenare comodamente anche d’inverno al chiuso e poi di non dover far caso all’ambiente circostante come nella corsa all’aperto in cui dobbiamo fare attenzione ad automobili, animali, buche e cosi’ via. Ci si puo’ rilassare completamente e concentrarsi solo sulla corsa.

Provate a rompere la corsa alternando con la cyclette o l’ellittica, relativamente a cui è possibile vedere questa guida sulla bici ellittica su questo sito. Se volete fare un allenamento cardio di 40 minuti, fate tapis roulant per 10 minuti e poi saltate su un’altra macchina per 10 minuti, e alternatevi fino a quando avete raggiunto il tempo prefisso

Se invece vi allenate in casa potete alternare le scale al posto dell’ellittica correndo su e giu’ per 5 minuti

Buona norma sarebbe alternare l’allenamento sul tapis roulant al chiuso con la corsa all’aperto nella bella stagione anche per respirare aria pulita. A questo proposito alcune palestre si stanno organizzando per posizionare i tapis roulant all’aperto in estate cosi’ da permettere ai clienti di ossigenarsi meglio durante l’allenamento.

Per evitare incidenti o lesioni eseguire come in tutte le attivita’ fisiche esercizi di riscaldamento e stretching e defaticamento alla fine per evitare capogiri passando di colpo dal movimento intenso all’immobilita’ totale.Adoperare un buon paio di scarpe e assicurarsi che il nastro sia pulito prima di iniziare.