La mormora è uno dei pesci più conosciuti dai pescasportivi, si tratta di un grufolatore che raggiunge dimensioni notevoli ed è un abile combattente. Uno dei modi più divertenti per insidiare le mormore è sicuramente la pesca a recupero con la bombarda. Leggi la guida e scopri come fare.

Occorrente
Bolognese 4 metri
Mulinello 2500
Nylon 0.22 millimetri
Fluorocarbon 0.12 millimetri
Bombarde 20 – 60 grammi
Ami e girelle

Per effettuare questo tipo di pesca dovrai munirti di una canna bolognese discretamente lunga, almeno 4 metri a salire, con azione parabolica e con un range di lancio compreso tra i 20 – 60 grammi. Il mulinello dovrà essere un 2500 a frizione anteriore, o posteriore, dipende dai tuoi gusti, che dovrai caricare con un nylon del diametro di 0,22 – 0,25 millimetri.

La montatura dovrà essere costruita con una bombarda scorrevole da montare sulla lenza madre, il peso va scelto in funzione del moto ondoso del mare ed in base alla distanza del lancio che desideri raggiungere, in genere 30 grammi vanno più che bene. Ferma la bombarda con un paracolpi ed una girella tripla numero 12.

Il terminale va fatto con uno spezzone di 2.5 – 3 metri di fluorocarcon da 0.12 millimetri a cui va montato un amo numero 12, dovrai fissare il tutto alla girella tripla. Come esca utilizza il verme coreano, il muriddu oppure il bigattino. Dovrai lanciare, fare affondare la bombarda e recuperare radente al fondo, avvolte effettua delle pause, anche di qualche minuto.